R.B.I. su Facebook R.B.I. su Google plus R.B.I. su Twitter    Scarila l'AppAscolta la diretta

SPETTACOLO

28 luglio 1976/2017…41 anni fa nasceva Radio Boomerang
Si è tenuta il 28 luglio a Piedimonte San Germano la prima grande serata presso la piscina Parito di Leo e Leonardo di Vetta, per festeggiare il 41° anniversario della nascita di RBS stereo, che aprì i battenti con il suo primo programma nell’autunno del 1976, tra le prime in tutta Italia e anche per questo che facciamo Tanti auguri a tutte le RADIO LIBERE in Fm e in web !!! Era il 28 luglio del 1976 e la a Corte costituzionale, chiamata a decidere sul futuro di molte radio private, dichiarava non motivato e quindi illegittimo, il monopolio della Rai per le trasmissioni locali, aprendo di fatto, la strada a quella che sarebbe stata la liberalizzazione delle emittenti radiotelevisive private e web in Italia. 1976 nasce Radio Boomerang 2015 nasce Radio Bellezza Italiana web Tv. La serata è stata creata con lo spirito di rincontrare tutto lo staff che, negli anni a cavallo tra 70/80 aveva solo che ragazzini , ad ognuno il suo compito, Fonici, Dj, Speaker, addetti alla pubblicità e tecnici per la normale funzionalità della radio, anche la prima radio che diede spazio alle donne , non a caso le ragazze erano 3/4. RBS nasceva dall’intuito geniale di Nicola Gentile che regalò ai suoi tre figli (Claudio, Antonio, Luigi) la radio , dando loro e a tutti gli amici lo stimolo giusto per creare i presupposti di una carriera futura, non a caso molti di quei ragazzi ora sono diventati genitori, imprenditori , impiegati statali e liberi professionisti. Una bella serata fatta di ricordi e di tante emozioni che portarono RBS stereo ad essere una delle radio più ascoltate nel centro Italia. La radio è stata aperta nel 1976 e poi come tutte le cose ebbe evoluzioni di network, collaborando con altre radio della Ciociaria, come Radio Ceprano, Radio Cassandra, Radio Tele Magia, Canale 1 e Sirio Tele radio, nomi eccellenti della radio sono stati Gianni Blasi, Luciano Duro, Sergio Dati, Mario Compagnone, Massimo Pizzuti e Amedeo di Sora.