R.B.I. su Facebook R.B.I. su Google plus R.B.I. su Twitter    Scarila l'AppAscolta la diretta

SPETTACOLO

Pasqua : La Testimonianza di Gesù
30 Marzo - La nostra cultura vive di miti eroici, dove si è soliti a raccontare delle storie basate nell'uso della forza fino all'annientamento del nemico. Per il nostro modello di società, basato in questo tipo di eroismo dove spesso viene lodato chi sacrifica agli altri, la testimonianza di Cristo basata nel donarsi per amore ci risulta incomprensibile. E' un tema triste che va circoscritto al ricordo della pasqua. Continuiamo senza voler assimilare il significato dell'amore di Gesu' verso il prossimo e, anche quando lo capiamo, si va avanti sulla propria strada e nulla cambia. Quanto è scomodo uno che non se ne vanta della propria condizione ma decide di rendersi simile agli altri; ci percuote il pensiero uno che non usa il potere per beneficiare sè stesso, ci pesa imitare la sua coerenza e autenticità... ma soprattutto, l'elemento più sconvolgente del profilo di Gesu' è il perdono come elemento di inclusione. Proprio ora quando la nostra società si ripiega sempre su sè stessa, quando si nega l'altro perché diverso; In questi tempi, nei quali le persone vengono usate come oggetti e questi ultimi ci rubano l'attenzione dovuta ai nostri simili, la testimonianza di Cristo ci ricorda che l'essere prevale sull'avere. In questi tempi, nei quali la cultura dello scarto, della selezione e dell'esclusione crea una massa sempre più grande di persone che non trovano spazio nella nostra società, Cristo si fa vivo per ricordarci che ogni singola vita vale più di tutti i nostri costruiti e struttura sociale. Per questo motivo è stato crocifisso Gesù e dopo di lui, i tanti martiri che hanno deciso, senza paura, di inseguire il percorso dell'amore. Gesù ci ha fatto capire che esiste una verità che va oltre i nostri ragionamenti e il suo progetto di salvezza si è manifestato senza rivoluzioni, senza tagliare le teste, senza escludere nessuno. Si è fatto presente tra di noi, non per abolire la legge ma per darne il giusto compimento. E' stato trafitto per le nostre colpe, per renderci salvi e il miglior modo di rendergli grazie è quello di affrontare le sfide imitando il suo spirito di servizio. Questa pasqua può essere un'occasione idonea di riflessione perché al momento di prendere delle decisioni che riguardino una, poche oppure tante vite; al momento di agire nel pubblico e nel privato, ci chiediamo cosa avrebbe fatto Gesu': Ci ricorderemo, di sicuro, che al centro del suo progetto non c'erano concetti astratti, ma la salvezza della persona e della sua dignità! di Stefano Tamburrini