R.B.I. su Facebook R.B.I. su Google plus R.B.I. su Twitter    Scarila l'AppAscolta la diretta

TENDENZA

L’italia è presa di mira dai ladri: spesso sono bande organizzate dell’est.
Insomma, in casa non solo non si può più stare tranquilli, ma pare sia uno dei luoghi meno sicuri dove stare. E gli italiani lo sanno. Secondo i dati dell'ultima ricerca* effettuata dall'Osservatorio di Sara Assicurazioni, quasi un italiano su due teme un'intrusione nella propria casa durante la notte, che possa provocare un furto(48%) o peggio, un'aggressione(51%). "Si tratta,di un aumento molto più accentuato rispetto all'andamento del numero totale dei reati e dei furti nel complesso, e in controtendenza rispetto alla media dei furti di autoveicoli e degli omicidi". Il dato curioso che emerge dalla ricerca è quanto l'era digitale abbia spostato l'interesse degli italiani: contrariamente a quanto si può pensare, infatti, non sono più legati a beni materiali e affettivi,come poteva essere prima dell'arrivo della tecnologia. Se il furto di preziosi angoscia il 36% degli intervistati e il furto di denaro il 50%, ciò che più gli italiani temono oggi è il furto di dispositivi tecnologici,come il cellulare o il Pc (52%). Come si difendono gli abitanti italiani ormai invaso dai topi d'appartamento..Fortunatamente non con mezzi propri (solo il 5% ha dichiarato di volersi difendere da solo), ma principalmente rafforzando i dispositivi di sicurezza di porte e finestre (27%),o installando impianti d'allarme (22%). L'11% ha deciso di stipulare una polizza che risarcisca i danni subiti mentre il 9% decide di affidarsi alla guardia di un cane. Ancora troppo pochi tuttavia hanno deciso di tutelarsi rispetto alla gravità della situazione: quasi un italiano su 2 infatti(46%)ha ammesso di non aver provveduto ad adottare Alc un metodo per proteggere la propria casa, lasciandola così in balìa di chi, magari nella notte, potrà intrufolarsi senza troppa fatica. Per quanto riguarda le zone geografiche in cui si concentrano maggiormente furti e rapine in Italia, dallo studio emerge che, mentre per i furti in abitazione i luoghi più a rischio sono i principali centri urbani, più popolati e ricchi, sono le province della pianura veneta, ma anche Bologna e Palermo, a registrare il più alto numero di furti in esercizi commerciali. Una distribuzione analoga si registra anche per le rapine in abitazione, mentre per le rapine in esercizi commerciali salta all'occhio la provincia di Roma. Il problema di fondo, comunque, rimane: come sconfiggere questo sentimento di insicurezza nella società e far sì che le persone possano sentirsi protette in casa o nel proprio bar o esercizio commerciale? La zona d’Italia più colpita è il Nord-Ovest. Qui, nell'ultimo anno, i furti in abitazione sono stati 92.100 aumentando del 151% nel decennio. Oltre il 20% dei furti denunciati è avvenuto in tre province: Milano (19.214 reati),Torino (16.207) e Roma (15.779).Considerando il numero di reati rispetto alla popolazione residente, in cima alla graduatoria delle province italiane più bersagliate si trovano Asti (9,2 furti in abitazione ogni mille abitanti), Pavia (7,1 ogni mille), Torino (7,1 ogni mille) e Ravenna (7,0 ogni mille). E le province in cui i furti in casa sono aumentati di più nell'ultimo decennio sono Forlì-Cesena (al primo posto, +312%), Mantova (+251%), Udine (+250%), Terni (+243%) e Bergamo (+234,3%).Tra le grandi città,gli aumenti maggiori si registrano a Milano(+229% nel periodo ultimi 10anni),Firenze(+177%),Torino(+172%),Padova(+143%),Palermo(+128%),Venezia (+120%),Roma(+120%),Frosinone(+116%),Bologna (+104%).In aggiunta a queste soluzioni,per garantire la propria sicurezza in casa e a lavoro, si può scegliere anche il servizio di pronto intervento o pattugliamento in loco, con l’impiego di una o più guardie giurate armate, assistite dall'istituto di vigilanza, che controllano l’immobile sia in caso di ricezione allarmi che su precise richiesto di pattugliamento in orari programmati. In conclusione, le alternative per proteggersi da furti e rapine in Italia e evitare il ricorso alle armi, ci sono e non sono poche, indubbiamente più affidabili e liberano il soggetto di responsabilità troppo grandi per lui da sostenere, tra le tante aziende ve ne consiglio una tra le più affidabili in Italia, presente per la sua avanguardia in più di 15 paesi nel mondo, parliamo di “Verisure” è leader anche nel settore degli antifurto per business e casa grazie alla sua tecnologia, esperienza e metodologia. Ufficio, negozio o capannone, Azienda e i Comuni con zone ad alto rischio da controllare.. l'antifurto business Verisure si adatta alle necessità dell'utente e della comunità. Prima di tutto la ditta realizza uno studio integrale di sicurezza personalizzato, rileviamo i punti deboli e li risolviamo con un'installazione senza cavi e in meno di 24 ore, quindi il mio consiglio è affidarsia chi ha molta competenza in questo settore, qualsiasi scatto d'allarme sarà preso in carica e e verificato in meno di 60 secondi.Vi ho fornito alcune informazioni utili,fornendo la migliore azienda" Verisure".