R.B.I. su Facebook R.B.I. su Google plus R.B.I. su Twitter    Scarila l'AppAscolta la diretta

TENDENZA

Cosa resterà dell'Italia di quegli anni ottanta.
Roma. Quello che resta di questa nazione ha radici profonde. Quello che abbiamo trasuda egoismo e svilimento delle istituzioni politiche economiche e giuridiche declinare alle migliori nefandezze che il misero essere umano possa abilmente concepire. Rammento benissimo i dialoghi con la bis e le nonne che hanno saputo gestire le rispettive famiglie con innegabile coerenza, capacità, sapienza ed orgoglio. Mi rammento di quegli anni, da troppi consapevolmente declinati a banali ricordi. Rammento mani ruvide e callose ben che vada con l’avviamento e la quinta elementare costruire una nazione. Elevare quelle università dove i loro figli e nipoti hanno potuto rendere l’Italia una nazione degna di nota. Ricordo gente che dava un senso ed un valore alla parola data come ad una stretta di mano. Rimembro lavoratori in fabbrica tornare a casa per gestire la sera terreni agricoli ed allevamenti, il sabato la domenica, festivi compresi. Oggi alzo lo sguardo, mi giro attorno ed osservo. Osservo il vuoto ed il senso del nulla nell’apparire a tutti i costi. Il mio regno per un like, per un mi piace, per un attiva le notifiche. Abbiamo smarrito la via maestra? Forse, chissà, chi può dirlo…. Certamente il significato di ottenere risultati con lavoro sacrificio e dedizione lo abbiamo tralasciato. Tutto e subito, faticando il meno possibile. Tutto e subito inseguendo il business facile a qualsiasi costo. Scelte, la vita sarà sempre una questione di scelte. Quelle troppo comode generalmente portano non troppo lontano. Non è tanto ciò che fai, quanto come lo fai, che farà sempre la differenza. L’Italia faticava quando gli altri correvano. Domani quando gli altri probabilmente rallenteranno il nostro personalissimo spread, inteso come distanza dalla media altrui, non potrà che peggiorare. Qualche decennio fa sono state fatte delle scelte. Ora ne raccogliamo i frutti. Dove vorremo essere domani? Una domanda banale per risposte fuori ordinanza. Oggi abbiamo forse qualcosa di più di ciò che ci meritiamo. Sarebbe il caso di porre le basi per un futuro degno di tale significato a chi seguirà le nostre orme. Basterà semplicemente…. Scegliere.